Utenti Home       Utenti Aziendali       Chi Siamo       Contratto EULA.

Dettaglio news

Il Ransomware Ransoc ha funzionamento del tutto nuovo e chiede il pagamento via carta di credito
- MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE 2016

La maggior parte dei ransomware cripta i file e poi chiede soldi in cambio per decriptare i dati: solitamente il riscatto è chiesto in Bitcoin, moneta virtuale adatta alle transazioni anonime e non rintracciabili. Il ransomware Ransoc è diverso sia nel funzionamento che nel mezzo usato per il pagamento.

Come funziona Ransoc?

Una volta che il computer è stato infettato, Ransoc ruba le tue informazioni personali dal tuo account Skype e dai social media, cerca altre informazioni sensibili e individua l'eventuale presenza di file torrent sul tuo pc. Quindi mostra la nota di riscatto: la nota di riscatto mostra le informazioni personali (foto incluse) ottenute dai vari social: lo scopo è ricattare la vittima, millantando un inesistente procedimento legale, minacciando la pubblicazione delle informazioni personali ottenuti in caso di mancato pagamento del riscatto.

Due dettagli a cui prestare attenzione!
1. Ransoc, diversamente dagli altri ransomware, non cripta i file nè impedisce l'accesso al sistema operativo

2. La nota di riscatto viene mostrata se e solo se il ransomware individua informazioni sensibili imbarazzanti da pubblicare (ad esempio materiale pedopornografico, pornografico o file illegali scaricati da Torrent quali film, giochi, musica ecc..)

E' quindi evidente che il programmatore di Rasoc aveva in mente vittime ben precise, ovvero tutti quei soggetti che potrebbero avere timore di un eventuale procedimento legale. 

E il riscatto?
Come detto Ransoc si differenzia anche in questo: non richiede Bitcoin, ma chiede un pagamento tramite una comunissima carta di credito. E' la prima volta che il riscatto di un ransomware viene richiesto tramite questo strumento.



Quick Heal può aiutarti?
Assolutamente si: la protezione proattiva dai Virus di Quick Heal individua il ransomare come "Ransomware.TorLocker.PB5" e impedisce al virus ogni attività sul tuo pc.



Alcuni consigli:
1. non fare mai clic su link a siti web provenienti da email inaspettate o i cui mittenti sono sconosciuti 
2. Applica regolarmente gli aggiornamenti di sicurezza (patch) a tutti i software che utilizzi sul tuo pc: preverrai così il rischio di attacchi tramite exploit kit (un tipo di attacco in cui le vulnerabilità dei software vengono usate come "porte di accesso" al tuo pc).
3. Aggiorna sempre il tuo software antivirus e ricorda l'importanza di averne uno che offre una protezione proattiva



Leggi tutte le news     |     Leggi tutti gli update
Ultime news

GIOVEDÌ 14 OTTOBRE 2021
Quick Heal: report 2° trimestre 2021 sulle minacce informatiche. Le minacce per Android
Il report trimestrale fornisce una panoramica dei rischi informatici più pericolosi e diffusi nel 1° trimestre 2021. Si divide in due sezioni, una per Windows e una per A...

leggi tutte le news

Premi e Certificazioni

La qualità dei prodotti Quick Heal vanta innumerevoli premi e certificazioni a testimonianza della sempre crescente importanza del marchi a livello mondiale nel settore Antivirus e sicurezza informatica

Continua a leggere »

Chi siamo
Panoramica
La nostra storia
Leadership
Premi & Certificazioni
Scheda riepilogativa
Clienti
Trova un rivenditore
Manuali e schede tecniche
Chiedi aiuto
Contatti
Update
Rivenditori
Diventa rivenditore
Strumenti di supporto
Link rapidi
Rinnova ora
File di installazione
Supporto
Contratto EULA.

S-MART è un marchio di proprietà netWork Sas
P.IVA: 05345670482
Telefono: 055430352

© 2021 nwk - Privacy Policy - Cookie Policy - Login