Utenti Home       Utenti Aziendali       Chi Siamo       Contratto EULA.

Dettaglio news

Backup: quanto è importante proteggere i file ( e come farlo)
- MERCOLEDÌ 13 MAGGIO 2020


Avrete sentito parlare spesso del backup. Il backup è ormai diventato una necessità ed è ritenuto così importante dal punto di vista della sicurezza informatica, che è stato creato perfino un World Backup Day, il 31 Marzo di ogni anno, per sensibilizzare sul tema e diffondere questa buona pratica di sicurezza.  Scopriamolo insieme!

1. Backup: cosa è?
Detto nella maniera più semplice possibile il bakcup è una copia di tutti i file importanti, di qualsiasi tipo (foto, video, documenti, archivi ecc...).  Queste copie possono essere archiviate su un server, un disco rigido, un altro computer, una unità di archiviazione rimovibile ed hanno uno scopo preciso: avere una copia dei file sempre pronti nel caso in cui gli originali dovessero andare persi per qualsiasi motivo. 

Possiamo perdere i nostri file in molti modi: perchè perdiamo lo smartphone o si rompe il computer, perchè si danneggia il tablet o subiamo un attacco ransomware che rende illeggibili i file originali. Ecco, in tutti questi casi avere a disposizione una copia recente dei file permetterà di riaverli indietro, altrimenti saranno persi. 

Insomma è bene partire dall'idea che non esistono dispositivi infallibili: tutti i computer prima o poi si rompono, chiunque potrebbe subire un attacco hacker, i dispositivi mobile sono a rischio smarrimento. Adesso poi che sono milioni i lavoratori che, per l'emergenza Covid, lavorano da casa il backup è ancora più importante: pensate a quanto possa essere dannoso perdere i file di lavoro sul pc che si utilizza a casa per lavorare. 

2. Quanti tipi di backup esistono?
Non c'è un solo tipo di backup, ce ne sono molti,secondo le diverse necessità:
  • backup  completo: molto semplicemente, si copiano tutti i dati presenti in una certa memoria;
  • backup giornaliero: sono copiati solo i file creati o modificati nel giorno in corso;
  • backup incrementale: per risparmiare spazio, non si copiano sempre tutti i file, ma solo quelli che sono stati modificati dall'ultimo backup;
  • backup differenziale: salva ogni volta tutti i file modificati dall'ultimo backup completo. Rispetto al backup incrementale, quello differenziale confronta sempre i cambiamenti rispetto all'ultimo backup e li cambia volta volta.
3. Dove si può salvare un backup?
Ci sono varie possibilità: una chiavetta USB o un hard disk esterno, in cloud, su un NAS (network attached storage). L'hard disk è utile perchè ha grande memoria e costa poco, la chiavetta USB è molto comoda perchè è sempre a portata di mano, ma ha poco spazio: in questo caso la scelta deve basarsi su quanti sono i file da copiare, quanto è "grande" il backup.

Il NAS invece possiamo considerarlo un vero e proprio piccolo computer con un hard disk tutto suo: la pratica più comune e più comoda è quello di configurare backup automatici, così che il NAS riceva ogni giorno e a cadenza regolare il backup dei dati. 

Il Cloud invece consiste nel salvare i backup in cloud, appunto, quindi in server esterni e lontani fisicamente dalla nostra posizione: è utilissimo per chi, ad esempio per lavoro, deve spostarsi molto. Basta un accesso ad Internet per poter accedere, sempre e da qualsiasi posizione, al proprio backup. 

4. Qualche consiglio
Il backup è un grande strumento di sicurezza, ma organizzarlo al meglio lo rende ancora più sicuro. Ecco qualche consiglio:
  • imposta il backup perchè sia più frequente possibile e perchè si esegua regolarmente;
  • è una buona pratica di sicurezza quella di salvare il backup su un supporto che sia separato e isolato dal sistema principale dove si trovano i dati. Alcuni ransomware, ad esempio, non colpiscono solo i computer, ma anche i dispositivi collegati. In questo caso, se il backup si trova su un hard disk esterno collegato al pc, finirà anch'esso criptato;
  • ricorda di eseguire il backup di tutti i dispositivi dove hai dati importanti, dal computer allo smartphone. 
Le soluzioni Quick Heal offrono una funzione di backup automatico, chiamata Backup&Restore, che consente di copiare il backup su dispositivi esterni, garantendo il ripristino semplificato dei file in caso di incidente o cyber attacco. 



Leggi tutte le news     |     Leggi tutti gli update
Ultime news

GIOVEDÌ 28 MAGGIO 2020
Quick Heal supporta il Windows 10 May 2020 Update (Vibranium)
Microsoft ha recentemente rilasciato un nuovo update per Windows 10, chiamato Windows 10 May 2020 Update Vibranium (Build version 2004). Questo post evidenzia i punti chi...

leggi tutte le news

Premi e Certificazioni

La qualità dei prodotti Quick Heal vanta innumerevoli premi e certificazioni a testimonianza della sempre crescente importanza del marchi a livello mondiale nel settore Antivirus e sicurezza informatica

Continua a leggere »

Chi siamo
Panoramica
La nostra storia
Premi & Certificazioni
Scheda riepilogativa
Clienti
Dicono di noi
Trova un rivenditore
Manuali e schede tecniche
Chiedi aiuto
Contatti
Update
Rivenditori
Diventa rivenditore
Strumenti di supporto
Link rapidi
Rinnova ora
File di installazione
Supporto
Contratto EULA.
Download Upgrade

S-MART è un marchio di proprietà netWork Sas
P.IVA: 05345670482

© 2020 nwk - Privacy Policy - Cookie Policy - Login